Come capire se è carie o tartaro?

 In Senza categoria

La carie è un problema che non risparmia nessuno, ne piccoli ne adulti, e costituisce una delle patologie più frequenti in ambito odontoiatrico. Purtroppo molte volte si riscontra il problema soltanto quando si manifesta con la classica macchia nera o bruna e quando il dolore si fa sentire.
I denti macchiati potrebbero però essere sintomi di tartaro e non di carie, un fenomeno sicuramente da tenere d’occhio per evitare che si evolva in qualcosa di peggio, ma non grave quanto la carie. Sia il tartaro che la carie nella fase iniziale non producono dolore, il che rende difficile capire in quale condizione ci troviamo.

Differenze tra carie e tartaro

La placca dentale è un insieme di microrganismi attaccati ai denti, comporto da batteri, sostante prodotte da saliva e alimenti. La placca si annida negli spazi interdentali e tr ale irregolarità dentali. Nel giro di 24 ore la placca si irrobustisce, si trasforma in tartaro e diviene difficile da eliminare.
Il tartaro è un accumulo dentale prodotto dall’indurimento della placca batterica e alla presenza di sali di calcio nella saliva. prevede per l’80%elementi di fosforo, calcio, sali inorganici, sodio. il dentista si occupa di rimuovere tali formazioni.
La carie è un processo che porta alla erosione o distruzione del dente, prodotto dai microrganismi nel caso orale e nel tartaro che, se lasciati liberi di proseguire finiscono per consumare la matrice organica del dente, originando lesioni.

Come si forma la carie

Quando l’igiene orale non viene applicata con la dovuta frequenza e diligenza, i resti dei cibi rimangono tra i denti creando un humus ideale per il proliferare dei batteri. I cibi molto dolci infatti producono acidi che attaccano lo smalto, erodendolo al punto di arrivare alla dentina.
La carie può essere provocata dall’azione congiunta di due tipi di batteri, lo streptococco mutans (che aderisce allo smalto naturale dei denti creando una rete che permette il proliferare dei microrganismi che formano la placca batterica) e il lattobacillo acidofilo (che produce gli acidi dagli zuccheri e che in questo modo espongono lo smalto dentale all’erosione del dente.

In condizioni nelle quali il numero dei batteri varia, il PH della mucosa orale cambia e non si esegue una attenta pulizia orale, si creano le circostanze che favoriscono lo sviluppo della carie.Implantologia dentale per curare edentulia

Come riconoscere una carie

La carie non si manifesta immediatamente con la classica macchia nerastra sui denti o con il dolore accentuato quando si ingoiano cibi e bevande freddi. In realtà il processo di corruzione del dente si sviluppa lungo quattro fasi:
Deterioramento dello smalto: talvolta si manifesta con una piccola macchia nera che viene a crearsi sul dente.
Deterioramento della dentina: vengono intaccati altri strati del dente. Una volta raggiunto lo smalto, il deterioramento riesce a farsi strada nella dentina, ovvero la fibra nervosa del dente. In questo stadio il deterioramento potrebbe provocare dolore.
Mal di denti: la carie interessa la polpa dentale, e il dolore si fa più accentuato.
Ascesso: formazione dell’ascesso che a sua volta potrebbe portare alla perdita del dente.

La carie potrebbe manifestarsi sotto forma di una macchia scura sul dente, segno dell’inizio del danneggiamento dello smalto, che permette all’infezione di indebolirlo. Quando lo smalto inizia a fratturarsi si inizia ad avvertire il dolore iniziale in quanto la polpa ne è stata interessata. Quando l’infezione raggiunge la camera pulpare e coinvolge le terminazioni nel nervo, il dolore diventa più consistente.
La carie deve essere curata il prima possibile: in caso contrario può espandersi fino alla cavità dentale: a quel punto il tessuto molle si infiamma e può condurre alla pulite e alla necrosi del dente. Quando la carie progredisce notevolmente si avverte un forte dolore, anche senza venire a contatto di alimenti e cibi freddi. I danni possono estendersi ai tessuti circostanti in quanto la necrosi produce sostanze tossiche che fuoriescono dal dente per attaccare le ossa e le gengive, provocando serie malattie gengivali.

L’odontoiatra può identificare la presenza della carie mediante la radiografia e così intervenire in tempo per evitare che si espanda ulteriormente. Si procede con l’asportazione dei tessuti interessati e con l’otturazione o la devitalizzazione del dente, oppure con la sua rimozione.

Come capire se è carie

La carie alcune volte appare a occhio nudo come una macchia nera o marrone, ma molte volte deve essere riscontrata dall’analisi a raggi X.
La carie è riconoscibile da alcuni sintomi:
• Sensibilità al freddo, al caldo, agli zuccheri e agli alimenti troppo acidi
• Difficoltà a dormire
• alito cattivo
• dolore (nel caso di stadio avanzato della carie) quando il dente viene esposto a freddo, calore o elementi zuccherati

Purtroppo il dolore non è sintomo dell’inizio del processo di carie ma solo del suo decorso avanzato . Per questo è consigliabile rivolgersi all’odontoiatra quando si sospetta che il fenomeno della carie sia ancora all’inizia.

Come prevenire una carie

Il miglior metodo per evitare l’insorgere di una carie consiste nell’applicare una buona igiene orale e praticare una sana alimentazione:
ridurre i cibi e le bevande zuccherate (i batteri si servono degli zuccheri per produrre acido)
• spazzolare denti mattina e sera con spazzolino morbido: un corretto spazzolamento, di almeno 2 minuti, con un dentifricio ricco di fluoro aiuta a ridurre il rischio di carie
proteggi giornalmente con il collutorio le cavità orali
• utilizza giornalmente il filo interdentale per raggiungere i punti della bocca più difficilmente trattabili con lo spazzolino da denti.
• svolgere controlli dal dentista con regolarità (indicativamente due volte l’anno)

Il professionista odontoiatrico può consigliarti sul modo migliore per spazzolare i tuoi denti date le loro caratteristiche

Avvertenza: I consigli contenuti nel presente articolo non costituiscono parere medico, e vengono offerti esclusivamente a scopo informativo. Rivolgiti al tuo odontoiatra di fiducia prima di prendere qualsiasi provvedimento in merito alla tua salute

Recent Posts
Macchina di sterilizzazione Ozobox