Domande frequenti

Implantologia dentale: ci sono controindicazioni?

L’intervento di implantologia dentale non prevede particolari controindicazioni qualora vengano seguite le prescrizioni mediche fornite con la dovuta attenzione.
Se gli interventi vengono eseguiti secondo le comuni prassi cliniche, la percentuale di insuccesso si mantiene inferiore al 2%.

Da cosa è composto un impianto dentale?

Un impianto dentale è composto in titanio, elemento chimico presente in natura e tra i più biocompatibili con il corpo umano e la componente ossea, a tal punto che l’impianto può diventare un tutt’uno con l’osso stesso.

Impianti dentali: si possono applicare quando mancano solo pochi denti?

Gli impianti dentali possono essere usati in casi di edentulismo, cioè in totale assenza di denti nel paziente, così come in caso di assenza di un solo dente.

Fumo e impianti dentali: quali sono i rischi?

Il fumo non impedisce l’utilizzo degli impianti dentali, ma certamente non aiuta. Gli impianti dentali quindi possono essere fruiti anche da soggetti fumatori.

Tuttavia, ricordiamo che il fumo non aiuta in alcun caso il corretto funzionamento dell’impianto dentale e il decorso post-operatorio, giacché il fumo danneggia il cavo orale e ogni parte dell’organismo.

Impianti dentali per cardiopatici: ci sono controindicazioni?

Il paziente cardiopatico può affrontare l’intervento di implantologia, ovviamente previo esami specifici, valutazione preliminare e nulla osta da parte del proprio medico di base e cardiologo specialista.

Ho svolto interventi implantologici presso un altro studio: posso rivolgermi ugualmente a voi?

Nel nostro centro seguiamo anche pazienti che hanno svolto interventi odontoiatrici presso altri centri dentistici.
Siamo perfettamente in grado di gestire ogni metodica implantologia e occuparci della cura del paziente senza alcun problema.

Posso tornare subito a lavorare dopo un intervento implantologico?

L’intervento implantologico viene eseguito in regime ambulatoriale, quasi sempre in anestesia locale, e poche ore dopo la sua esecuzione si è in grado, ovviamente con le dovute accortezze, di tornare alla quotidianità.
In ogni caso si consiglia di non praticare attività sportive e sforzi eccessivi inusuali nei giorni successivi all’intervento.

Posso ricevere delle protesi dentarie se sono allergico a metalli?

Il nostro centro offre protesi realizzate in totale assenza di leghe e materiali metallici,  come nel caso dei modelli composti di ceramiche integrali.
I nostri impianti sono manufatti metal free, che non presentano metalli o materiali simili.

Si possono installare più impianti dentali?

L’ impianto offre stabilità e sicurezza al manufatto che viene applicato su di esso: anche se ogni caso è a se stante, in genere un maggior numero di impianti comporta una maggiore stabilità e durevolezza nel tempo.

Ho perso un impianto, si può procedere con il reinserimento?

Nel seguente caso non esiste una risposta affermativa, ne negativa, si deve procedere ad un esame di tipo radiologico e comprendere scrupolosamente le cause che hanno portato al rigetto implantare, se sono cause meccaniche oppure fisiologiche. Sulla base delle motivazioni fornite dal professionista si può valutare il reinserimento o meno.

Quando è necessario inserire dell’osso artificiale?

Molto frequentemente alcuni pazienti che hanno avuto una notevole retrazione ossea che impedirebbe l’ inserimento di impianti dentali , si rende necessario un inserimento di osso (innesto osseo) artificiale al fine di creare le basi e la struttura su cui successivamente inserire e innestare gli impianti dentali

Ci sono dei rischi a inserire osso artificiale in bocca?

No, alcun rischio di tipo infettivo o simili, visto che si tratta di materiali assolutamente biocompatibili e relativizzati nelle massime condizioni di sterilità.

In quali casi si consiglia l’utilizzo di short implant?

Nei casi in cui c’è poco osso o poco spessore osseo a disposizione, si possono utilizzare degli impianti di lunghezza ridotta per permettere di attecchire anche nei seguenti casi, senza ricorrere ad interventi rigenerativi dell’osso.

In quali casi posso perdere gli impianti inseriti?

Le cause possono essere molteplici, anche se ormai sono pratiche chirurgiche che presentano la quasi totalità di successo. I casi di perdita possono essere meccanici (lesioni, colpi,…) oppure funzionali (rigetto, infezioni,…) o ancora causati da fattori esterni (cattiva igiene, eccessivo fumo..).

Meglio una protesi fissa o un circolare?

Ovviamente parliamo di due tipologie di lavoro protesico completamente differenti sia dal punto di vista funzionale, economico, ed estetico. Si consiglia sempre di valutare ogni aspetto con il proprio professionista, ma resta inteso che sono entrambe delle soluzioni valide con caratteristiche differenti.

Vorrei sbiancare i miei denti ci sono controindicazioni?

No, basta portare delle accortezze post trattamento per l’eccessiva sensibilità al caldo e al freddo nelle 24 ore successive, ma per il resto sono metodiche di routine

Ho fatto un incidente ho rotto alcuni denti posso ricostruirli senza toglierli?

Si, oggi in campo estetico e ricostruttivo con appositi materiali e una buona mano del professionista si possono effettuare delle ricostruzioni estetiche molto importanti a totale ripristino delle sembianze originarie dei denti coinvolti sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista funzionale.

Ho un cattivo alito: quali possono essere le cause?

Spesso le cause possono essere di naturale dentale a causa di una cattiva igiene quotidiana, spesso per delle cause anche di natura gastrica, ovviamente va appurata l’origine.
Molto spesso, però, una cattiva igiene orale con l’insorgere di placca batterica e tartaro può provocare cattivo odore nella cavità orale.