Implantologia a carico immediato a Padova

L’implantologia a carico immediato è una metodica implantare che consiste nell’inserimento immediato, cioè nelle 24 ore in un’ unica seduta, solitamente di 4 o 6 impianti, e il posizionamento su di essi di una protesi fissa, senza bisogno di attendere tempistiche più lunghe (6 mesi), come avviene con le metodologie classiche.
È possibile quindi nel giro di 24 ore applicare una protesi fissa avvitata agli impianti appena inseriti. La percentuale di successo di questo genere di interventi varia tra il 97% e il 99%.

COMPILA IL FORM A FIANCO PER PRENOTARE UN APPUNTAMENTO

Dopo avere appurato la presenza di sufficiente spessore osseo e aver somministrato l'anestesia locale al paziente, l'intervento inizia con la rimozione degli elementi dentali residui, qualora presenti, e si prosegue con l' intera bonifica del cavo orale. Successivamente l'odontoiatra creerà dei fori nell'osso, mascellare e/o mandibolare, in maniera via via crescente, per poi procedere ad avvitare l'impianto con una forza pari o superiore a 35 Nm (Newton metri), forza necessaria per assicurare la riabilitazione masticatoria successiva. Infine, lo specialista avvita gli impianti uno per ogni sede creata nell'sso. Al termine dell' intervento si procede a suturare la gengiva con filo di sutura, e nelle ore successive, solitamente nel pomeriggio - sera qualora l' intervento venga effettuato in mattinata, si applicherà la protesi fissa immediata.
  • si ottengono subito i nuovi denti entro 24 e 48 ore
  • possibile ridurre di molto i tempi di applicazione di una protesi provvisoria, che poi viene sostituita con una definitiva
  • il paziente ottiene una nuova dentatura al massimo in 24 ore
  • riduzione dello stress post operatorio
  • diminuzione del prezzo grazie a minore ricorso di anestesia, esami radiologici e ad un minor numero di sedute
  • tecnica applicabile in un gran numero di casi
Questa metodologia richiede la presenza di una sufficiente quantità di osso per l'implantologo. Se non è presente occorre sopperire con tecniche come il rialzo del seno mascellare oppure l'inserimento di materiale osteoinduttivo alla base della formazione di osso nuovo.
Il trattamento di implantologia immediata è sconsigliato nel caso di:
  • bambini e adolescenti
  • mascellari molto atrofizzati se prima non si ha provveduto al reintegro con elementi biocompatibili
  • malocclusioni gravi non curate
  • bruxismo non curato
Dopo l'intervento il paziente può assumere un collutorio alla colorexidina allo 0,2% almeno una volta al giorno per risciacquare la bocca dopo avere pulito i denti. In questo modo può ripulire le ferite delle gengive e ridurre il rischio di insorgere di infezioni a causa dei batteri. La protesi deve essere spazzolata con regolarità con uno spazzolino a setole morbide e dentifricio, ma senza fare uso di filo interdentale per non rischiare di andare a rimuovere i punti di sutura. Per non mettere alla prova la zona operata è in ogni caso meglio prediligere cibi morbidi. Per verificare il corretto svolgimento dell'intervento occorre sottoporsi a regolare visite di controllo ogni 3 mesi per svolgere i regolari controlli ed eseguire la pulizia della protesi fissa.
L'implantologia all on four (Toronto Bridge) permette di fissare in maniera permanente la protesi e di correggere arcate dentali compromesse on con denti mancanti. L'implantologia All-On-4 è una procedura a carico immediato che prevede l'inserimento in una sola volta di 4 impianti in determinate posizioni. Come dice il nome, l'implantologia All-On-6 avviene invece su sei impianti. Questo metodo permette di recuperare la piena funzionalità masticatoria: le protesi vengono avvitate sugli impianti immediatamente, senza attendere i consueti 3 – 6 mesi di saldamento con l'osso come avviene con le altre metodologie. Grazie alle tecnologie informatiche è possibile progettare al computer l'intervento e sapere da subito dove gli impianti saranno posizionati. Gli impianti sono inclinati e non intaccano le zone anatomiche come i recessi del seno mascellare, creando una stabile sezione di appoggio. Gli impianti All-On-4 e All-On-6 sono consigliati per:
  • pazienti che presentano almeno un arcata priva di denti
  • evitare innesti ossei complessi ed economicamente importanti
  • agire anche soltanto su un'arcata
  • pazienti affette da gravi patologie dentali
  • pazienti con ridotta ossatura dentale insufficiente per protesi con impianti tradizionali
Questa metodologia non contempla contoindicazioni legate all'età ed è meno invasiva rispetto alle altre tecniche.