La sedazione cosciente inalatoria: di cosa si tratta?

 In News

Quella del dentista è una paura comune a molti, grandi e piccini, e spesso porta a procrastinare appuntamenti e interventi anche semplici. In questo modo un banale problema, col passare del tempo, diventa più serio. Tra le paure riscontrate però, oltre a quella dell’intervento stesso, c’è spesso anche quella dell’anestesia, ritenuta a volte pericolosa o insufficiente per non sentire dolore.

Per questo oggi è possibile adottare una tecnica di rilassamento utile per tutti gli interventi (chirurgia, igiene dentale, presa di impronte), chiamata sedazione cosciente e utilizzata anche da Centro San Leonardo a Padova.

La sedazione cosciente consiste nella somministrazione gestita di una miscela ad alto contenuto di ossigeno e di protossido di azoto, per cui non serve anestesia e avviene attraverso una mascherina nasale, con effetto rapido, consentendo di lavorare con la massima continuità.

Grazie a questa sistema è quindi possibile eliminare l’ansia e la paura del dentista, permettendo allo specialista di effettuare le cure con la massima tranquillità. Centro San Leonardo per questo si affida ai migliori macchinari Reinhold per offrire cuore di altissima qualità.

Attraverso la sedazione cosciente i pazienti sono più sereni e più soddisfatti, poiché il lavoro viene svolto in pieno relax e con risultati eccellenti. Ovviamente, prima di procedere è sempre bene consultare il proprio dentista di fiducia per avere tutte le informazioni necessarie per poterla attuare o meno e far conoscere le proprie condizioni di salute.Sedazione cosciente inalatoria

I vantaggi della sedazione cosciente inalatoria

Questo sistema presenta quindi diversi vantaggi:
– è efficace: elimina il riflesso emetico e riduce le secrezioni salivari rendendo il lavoro più efficiente
– è veloce: il paziente viene sedato e smaltisce tutti gli effetti della sedazione, in pochi minuti
– è rilassante: il paziente è perfettamente rilassato
– è risolutivo: il pazienti tranquilli e soddisfatti significano lavoro più semplice, rapido e ben riuscito.

La sedazione cosciente inalatoria garantisce il mantenimento dello stato di coscienza, ma non deprime l’attività respiratoria e cardiocircolatoria e permette di “adattare” il livello di ansiolisi/sedazione sia alle esigenze del paziente che a quelle dell’odontoiatra.

A chi è consigliata la sedazione cosciente inalatoria?

L’uso della sedazione cosciente è consigliato a tutti quei pazienti che provano stati ansiosi nei confronti dell’ambiente odontoiatrico ma anche ai bambini, soprattutto quando l’intervento richiede un periodo di tempo più lungo. In questo modo il bambino prova un senso di benessere e tranquillità, eliminando la sensazione di dolore.

Questa tecnica, proprio perché utilizza due dei più comuni gas che compongono l’atmosfera, ossigeno e azoto, non produce effetti collaterali e presenta solo generiche controindicazioni.
Il paziente, inoltre, appena finita la seduta odontoiatrica, può tornare immediatamente alla regolare attività, senza alcun impedimento o controindicazione.

Quando la sedazione cosciente non è consigliata

La sedazione cosciente inalatoria non va utilizzata nei pazienti:
– che non possono respirare dal naso
– psichiatrici o con grave odontofobia
– obesi o con sindrome delle apnee notturne
– con grave broncopatia cronico-ostruttiva
– (per sicurezza) nel primo trimestre di gravidanza.

Recent Posts
Implantologia all on four e all on six