La sterilizzazione del centro dentistico con macchina Ozobox

 In News, Senza categoria

Presso il Centro Odontoiatrico San Leonardo di Padova, la rigorosa pulizia quotidiana e la disinfezione degli ambienti, delle aree di intervento e delle attrezzature costituiscono un protocollo fondamentale per garantire la sicurezza di operatori e pazienti.

Centro San Leonardo – Prevenzione dell’infezione da Coronavirus SARS-CoV-2

In cosa consiste la pulizia degli ambienti odontoiatrici?

Il rischio biologico proviene dalla eventuale presenza nell’ambiente e negli strumenti di lavoro di svariati microrganismi, come batteri, funghi, virus, che possono contaminare aria, acqua e superfici di lavoro. Agire su questi elementi significa contrastarne la carica batterica e di scongiurare il rischio di infezioni che possono colpire gli operatori o i pazienti.

Una corretta pulizia del centro dentistico viene svolta dal medico e dagli operatori ausiliari per mezzo di soluzioni disinfettanti e detergenti adatti. Sia il personale operativo che i pazienti vengono sottoposti a rigorose procedure di igienizzazione per scongiurare l’eventuale propagazione di eventi patogeni. Tutte le superfici che vengono in contatto con la cute o liquidi dei pazienti vengono trattate adeguatamente.

Dopo ciascuna seduta si provvede a eseguire la disinfezione delle superfici di intervento, le quali sono le aree maggiormente soggette alla contaminazione biologica.
Questo avviene in quanto gli strumenti rotanti ad alta velocità e gli spray aria acqua possono condurre delle microparticelle contenenti agenti infettanti.

Prima di ogni seduta si procede ad apportare l’occorrente per assicurare la massima igiene possibile. I locali vengono regolarmente areati, provvediamo a pulire pavimenti e gli ambienti per ridurre al minimo la presenza batterica.

Per evitare la conduzione dei germi, le aree che possono ricevere schizzi di sangue o saliva vengono ricoperte con una pellicola trasparente in polietilene.
Dopo ogni trattamento, le pellicole protettive vengono sostituite e le superfici vengono disinfettate con soluzioni a base di etanolo (alcol etilico) al 70%, perossido di idrogeno (acqua ossigenata) allo 0,5% o ipoclorito di sodio (varechina o candeggina) allo 0,1%.

Grazie agli aspiratori ad alta velocità possiamo evitare le contaminazioni ambientali che possono essere veicolate da aerosol, sangue e saliva.
La disinfezione viene eseguita su tutti gli elementi che possono venire in contatto con il paziente e il personale: il poggiatesta della poltrona, i comandi della poltrona, della lampada e della apparecchiatura radiologica.

Tutte le attrezzature non sterilizzabili vengono disinfettate con una soluzione a base alcolica, e procedendo a bagnare e asciugare con un panno usa e getta per assicurare la massima igiene. Inoltre provvediamo a rivestire le attrezzature con una pellicola trasparente che viene rimossa dopo ogni intervento.

Anche l’impianto idrico e le attrezzature che ne fanno uso sono soggette a delle attività rivolte a ridurre la carica batterica. Questa operazione viene svolta un numero di volte variabile a seconda della frequenza con cui le apparecchiature vengono utilizzate.
A inizio giornata procediamo a scaricare completamente le acque per evitare che nelle acque si annidino microbi nocivi.
La turbina viene fatta ruotare nell’intervallo tra una visita a un paziente e l’altro affinché venga sostituita l’acqua non completamente sterilizzata.
Periodicamente, provvediamo a sostituire i terminali aspiratori e il tappo della sputacchiera per assicurare la massima igiene possibile della camera dell’intervento.

Centro San Leonardo di Padova, per salvaguardare la salute dei propri pazienti contro le infezioni da covid-19, ha munito tutti i propri ambienti del proprio centro dentistico dei macchinari Ozobox.

Macchina di sterilizzazione Ozobox

Ozobox – Dispositivo per la sanificazione degli ambienti sanitari

I test effettuati sull’acqua di rubinetto evidenziano che Ozobox consegue “riduzioni microbiche significative su batteri gram positivi, batteri gram negativi, funghi, lieviti e muffe”. In particolare, batteri come l’Escherichia coli e la Legionella pneumophila sono abbattuti più del 99,999%, mentre funghi, muffe, lieviti sono ridotti in media di oltre del 99,99% già con un solo trattamento.

Ozobox è un brevetto industriale registrato come modello di design italiano e comunitario.
Il Marchio CE attesta la conformità di Ozobox ai requisiti essenziali previsti dalle norme europee in materia di sicurezza, sanità pubblica e tutela del consumatore.
Il prodotto è stato sottoposto a tali certificazioni sebbene non vi fosse tenuto, in modo da offrire la massima affidabilità e sicurezza.

Come potete verificare, questo strumento è una preziosa aggiunta per la sanificazione di numerosi aspetti che interessano l’operatività del centro dentistico e la sicurezza dei pazienti, come attestato dalle rispettive certificazioni della macchina Ozobox in fatto di:

Recent Posts
Ricostruzione ossea dentale: quando eseguirlaImplantologia dentale per curare edentulia